CRUSCOTTO COMMERCIALE: come guidare le vendite.


Ti è mai capitato di avere alti e bassi nelle vendite?Aston-Martin-V8-Cruscotto

Periodi in cui non hai da pensare a nulla, i contratti arrivano quasi spontaneamente, ed altri in cui non sai proprio dove andare a trovare soluzioni di vendita?

Ti è mai capitato di intervenire sui venditori (formandoli, affiancandoli) e non produrre alcun risultato?

Questi sono le conseguenze del viaggiare a vista nella gestione dell’area commerciale!

Continua a leggere

I Vampiri Energetici (Parte 4/4)


COME CREARE UNO SCUDO PROTETTIVOaglio

Una volta riconosciuti i sintomi ed individuato il vampiro energetico, occorre mettere in campo delle azioni che ti consentano di creare uno scudo, una corazza protettiva.

Innanzitutto, stabilisci subito quali sono i limiti e non permettere mai al vampiro di energia di varcarli. Ogni volta che cerca di oltrepassare il limite tu ristabilisci le distanze.

Cura la tua autostima, lasciati scivolare addosso le sue critiche, tenterà in tutti i modi di non rispettarti. Evita anche di andare in scontro, alla fine ne usciresti estremamente prosciugato, piuttosto impara a riconoscere gli attacchi ed evita l’effetto sorpresa. Dai per scontato che agirà in quel modo e disinnesca la tua reazione incontrollata.

 

Continua a leggere

I Vampiri Energetici (Parte 3/4)


COME RICONOSCERE I SINTOMI6a015432d72bcf970c019b0284c83b970d

La presenza di un vampiro di energia può produrre fastidio, ansia, nervosismo, inquietudine, tensione, dubbio, riduzione dell’attenzione, stanchezza eccessiva.

Quando l’energia comincia a scendere, si manifesta uno stato di insoddisfazione, scontentezza, ostilità verso la realtà. Si tratta di situazioni emozionali che possono sfociare anche in malesseri fisici (disturbi psicosomatici) come mal di testa, blocchi digestivi, inspiegabile debolezza, tosse nervosa ed in alcuni casi in disturbi più seri.

In ogni caso, ci si sente improvvisamente sotto tono, sfiduciati, incapaci di uscire da una sorta di immobilismo delle emozioni. Un vampiro energetico, proverà a farti isolare da amici e partner per poter avere maggior presa.

Continua a leggere

I Vampiri Energetici (Parte 2/4)


images

TIPOLOGIE DI VAMPIRI ENERGETICI

Esistono diverse tipologie di vampiri energetici, conoscere le differenze ti sarà molto utile nel riconoscerli e non subire i loro attacchi, preservando la tua energia vitale.

I vampiri manipolatori giocano sul senso di colpa della vittima. Le persone che sono alla ricerca di sostegno e consigli, sono quelle che sono in dubbio sulle proprie convinzioni e si sottopongono al giudizio altrui. Pertanto, il vampiro manipolatore non ha alcuna difficoltà a sintonizzarsi sulla frequenza della sua vittima, essendo egli stesso alla ricerca di qualcuno da giudicare. Il meccanismo di aggancio è molto semplice: basta solo sfiorare il problema che preoccupa la vittima e lei stessa servirà istantaneamente la sua energia su un piatto d’argento.

Continua a leggere

Selezione sbagliata? Dai 35.000 ai 78.000 euro il danno.


Quanto può costare sbagliare la scelta di un collaboratore?lupo travestito

Dai 35.000 ai 78.000 euro.  Questo è quanto emerso dalla stima di Page Personnel prendendo in esame diverse figure.

Così, un venditore non all’altezza che non supera i 6 mesi costa all’incirca 43.200 euro:

  • 4.600 euro costi azienda di selezione tradizionale
  • 19.000 euro retribuzione dei 6 mesi
  • 15.000 euro costi da mancate vendite
  • 4.600 euro costi nuova selezione tradizionale

Se va via un venditore esperto, il danno diventa 78.000 euro conteggiando che una fetta del portafoglio clienti seguirà il venditore. Continua a leggere

I Vampiri Energetici (Parte 1/4)


duracel-matrixCon questo articolo propongo una parte della ricerca che ho fato circa un anno e mezzo fa sui Vampiri Energetici.

La propongo scomposta in 4 parti in modo da poter essere assimilata con tempi corretti.

Ognuno di noi, in momenti particolari della propria vita, può essersi comportato come un Vampiro Energetico. Potremmo starlo facendo tutt’ora, oppure sentirci molto scarichi senza sapere il perché.

Continua a leggere

Come Trovare e Percorrere la Via dei Risultati! (webinar)


Schermata 2014-07-01 alle 08.55.49

“La strada da intraprendere, dipende dalla destinazione alla quale si vuole arrivare” 

Elaborare una strategia vincente, comprendere come passare dalla teoria alla pratica con un piano di azioni e, soprattutto, fare in modo che, una volta messe in atto, portino risultati concreti.

Questi gli importanti argomenti del prossimo BusinessCode Webinar del percorso Joint Venture, con l’aggiunta di spunti pratici:

  • come creare un piano d’azione funzionale
  • la tecnica dei piccoli passi per un’attuazione efficace
  • come fare le verifiche e correzioni di rotta
  • come mettere in campo una guida che porti risultati
  • chi scegliere come membri del gruppo e perché
  • mindset vincente come Vince Lombardi

Il successo è come qualsiasi altra cosa di valore: ha un prezzo. Devi pagare quel prezzo per vincere, lo devi pagare per raggiungere il punto in cui il successo diventa possibile. Ma soprattutto devi pagare quel prezzo per restare una persona di successo.” (Vince Lombardi)

PARTECIPA AL CORSO SCOPRENDO L’OFFERTA ONEWEBINAR:

Resolution! Come trovare la soluzione vincente.


una idea contagiosaLa soluzione è lì, davanti al tuo naso, eppure non riesci proprio a vederla.

Quando non esci da un problema è perché ne sei diventato parte integrante. Ovvero, sei così dentro al tunnel dal non vedere più la luce.

Il termine risoluzione sta ad indicare diversi aspetti: soluzione, determinazione, scioglimento di una situazione involuta e complessa.

Ma, qual è la chiave di accesso alla risoluzione di un problema?

Continua a leggere

BusinessCode (17 luglio ROMA): Come Incrementare il Reddito Relativo.


10413351_255975207943219_1964881030734301471_n

Il mondo del business corre alla velocità della luce e sembra non dar spazio a tentennamenti che possono costar cari.

Un imprenditore e professionista, deve avere le idee chiare sulla direzione da indicare ai propri uomini per continuare ad espandersi nell’economia del subito.

Freneticità, iperinformazione, appiattimento dell’offerta, portano quella confusione di idee che può paralizzare l’azienda o farla muovere per tentativi.

Ci si concentra nel trovare una soluzione in nuove tecniche o strategie, dimenticando che queste arrivano solo dopo ciò che più conta: avere una missione di vita che si concretizza attraverso il business.

Il business diventa così il mezzo e non il fine, differenza fondamentale in base alla quale gira tutta la tua vita.

Chi considera il business come il fine, tenderà ad impostare la sua vita (e quella delle persone che ha vicino) come seconda scelta. Lo noti dai termini che utilizza, ad esempio ti parlerà di tempo libero (normalmente è ingabbiato dagli impegni) oppure di vacanza (che il dizionario indica come periodo di libertà dal lavoro, che è considerato quindi una prigione). La sua agenda sarà prettamente lavorativa, con l’inserimento dei compleanni da non dimenticare e di momenti con la famiglia dove in passato è stato assente a causa di impegni sopraggiunti. Se avanza del tempo dal business, allora può dedicarlo a vivere. Spesso non fa ciò che realmente vorrebbe fare e rimanda a quando sarà il momento giusto (cioè, mai!).

Chi considera il business come il mezzo, programma la propria agenda partendo dalla famiglia, dalle attività personali ed inserisce il lavoro comprendendo come automatizzare, delegare e rendersi scalabile. Proprio perché da valore al suo tempo (che chiama ore di vita), vede la sua attività come un potente mezzo per concretizzare ciò che sente come una missione, creando valore per sé e per le persone che entrano in contatto con lui.

Un imprenditore o professionista NewRich prende in esame il reddito relativo, composto dal mix denaro e tempo.

La maggior parte degli imprenditori ragiona in termini di reddito assoluto che si misura utilizzando solamente il denaro: se Mario guadagna 100.000 euro l’anno, è due volte più ricco di Giuseppe che ne guadagna 50.000. Ma se prendiamo a riferimento anche il tempo, possiamo scoprire che può non esser come sembra.

Mario guadagna 100.000 euro l’anno (2.000 euro a settimana, considerando 50 settimane lavorative), lavorando 80 ore a settimana. Quindi, guadagna 25 euro l’ora (2.000/80). Giuseppe guadagna 50.000 euro l’anno (1.000 euro a settimana), lavorando 10 ore a settimana. Quindi, guadagna 100 euro l’ora (1.000/10). Considerando il reddito relativo, Giuseppe è quattro volte più ricco di Mario. Chiaramente, occorre produrre il reddito necessario per sostenere la vita che si desidera. Ciò significa che se Giuseppe si ferma alle 10 ore, potrebbe non essere sufficiente. Tuttavia, può arrivare a guadagnare 100.000 euro lavorando 20 ore a settimana contro le 80 di Mario ed avere 60 ore (libere direbbe Mario) da dedicare a sé stesso e la propria famiglia.

Come riuscire ad incrementare il proprio reddito relativo?

Ne parlerò il 17 luglio a Roma durante l’Evento Formativo BusinessCode, uno spunto lo puoi avere subito guardando il video di Dan #OneMinuteRich

L’EVENTO E’ A NUMERO CHIUSO, REGISTRATI PER ESSERE CONTATTO E CONOSCERE COME POTER PARTECIPARE:

Guarda l’altra mano!


thumbtruecut1311846510290_710_472Molte persone ancora si meravigliano quando dico che la loro vita è tutta una grande illusione.

Il tutto potrebbe condensarsi in una domanda: “quale mano stai osservando?“.

Sin da piccolo, sono stato affascinato dai maghi che riuscivano a rendere reale ciò che sembrava impossibile. Quelli più bravi dichiaravano l’effetto che avrebbero prodotto ed alla fine aggiungevano il colpo da maestro, lasciandomi letteralmente a bocca aperta.

E’ così, che a circa 7 anni ricevetti la mia prima scatola da mago!

Che emozione, potevo finalmente studiare, esercitarmi e stupire.

Ma cosa c’entra tutto questo con la vita ed il business?

C’entra molto, continua a leggere e lo capirai.

Continua a leggere